Le Manifestazioni

Staff Only

Controllo

S'alzi la prego prego se ne vada
scusi un momento mi lasci dire
che c'è da dire prego vada via
perché scusi perché che male ho fatto
che male e male non la voglio e basta
non vede che dà noia lasci il posto
ma come ho prenotato sono atteso
mi chiamano mi vogliono ho da fare
ma via che dice mai nessuno
nessuno ha mai potuto rifiutare
non sa che qui nessuno ha privilegi
che crede vuole farsi rider dietro
figuri se non cadono gli aerei
e gli incidenti i treni che deragliano
e lei parla di posti prenotati
non vede che ho da fare, presto vada
non sia ridicolo su presto s'alzi
dunque si muova non mi blocchi il traffico
presto si scansi, via si faccia in là
lo vede che la scaccio vada via
voglio il suo posto non s'ostini più
ma come scusi è la vita mia
lei non ha niente niente si discute
a volte non avverto ho fatto troppo
lo vede non c'è tempo avanti vada
io voglio che lei lasci il posto libero
sparisca non la voglio. Vada via.
Guardi non vede? Lei non c'è mai stato.

Piazza dei Miracoli


Sul verde prato
alla luce, tarda cascata dalle mura,
del tramonto incendiato
 
danza il fanciullo
un saluto infocato,
 
un barbaglio di luce dai capelli,
agitati da lontano;
 
e m'allontano
con la memoria di un miracolo negli occhi.

Passato

Il passato... il passato, Amico mio,
è l'unica cosa che esiste perché
non esiste più:
 
è l'unica cosa sicura
che dura che pura
non lacera più.
 
La pietra del fatto compiuto
sarà l'invincibile pietra affondata
dimenticata.
 
L'incerto presente
insegue il futuro;
 
dilegua il futuro
passato venturo:
ma ciò che ha vissuto sarà.
 
Allora... Amico mio... dimmi perché
se non ho fatto niente che sia male
debbo il mio gallo ad Esculapio anch'io?

Le salaire de la solitude


Ho provato talvolta a non amare.
 
Appena alzati gli occhi
è scoppiato vivente l'uragano.

Ansito

Un ansito leggero
un tenero singulto per la via
 
del telefono. Respira
l'ultima nipote mia.
 
Piccolo tulipano trasparente
un sorriso ti sogna nella mente.
/