Le Manifestazioni

Staff Only

Articoli

30 Maggio

TUBA SAHAAB AMBASCIATRICE INTERNAZIONALE DELLA POESIA

 

In seguito alla nostra manifestazione dell’11 Marzo dedicata a Tuba Sahaab, in Aprile si è svolta la cerimonia di nomina di questa coraggiosa bambina a Ambasciatrice Internazionale della Poesia.

Il titolo è stato consegnato al consigliere dell’ambasciata pakistana, Ata Ul Munim Shahid dal dottor Riccardo Trinchieri, uno dei promotori dell’iniziativa.

Tuba Sahaab ha 11 anni e vive alla periferia di Islamabad. Ha deciso di combattere con versi d’amore la sua personale battaglia contro i Talebani. “Se si prendono la mia vita non preoccupatevi” spiega in una intervista rilasciata alla CNN “ma voglio che in Pakistan siano tutti uguali”.

Le sue poesie raccontano il dolore e le sofferenze delle donne, a cui il fondamentalismo nega il diritto allo studio, alla pienezza della vita.

La bambina poetessa è diventata famosa in Pakistan: ora Tuba Sahaab è il simbolo della battaglia per dare alle femmine gli stessi diritti dei maschi. “E’ scioccante sentire che le femmine non possono andare a scuola. Vogliono farci tornare all’età della pietra, ma noi ci batteremo perché questo non accada”.

Nei suoi versi parla anche della miseria delle baraccopoli, della difficoltà del vivere quotidiano. “Ho avuto lussi della vita, una macchina, una buona educazione, l’amore dei miei genitori, la generosità di Allah. Voglio dare pace alla mia nazione” e continua: “Nessun pakistano deve più soffrire la fame”.

La forza della poesia di una bambina contro il fondamentalismo: una voce pura e spontanea uscita dal cuore che attraversa gli oceani. Questa è la poesia di Tuba. Una poesia civile - così l’ha definita la poetessa Maria Luisa Spaziani - che ha il compito di “percorrere tutte le strade del mondo e portare, oltre la freschezza e l’innocenza del suo pensiero, uno stimolo concreto per la comprensione ed il superamento delle troppe barriere che continuano a contrapporre gli uomini di ogni angolo del mondo” come ha messo in evidenza Francesco Agresti. La poesia  ha una funzione evocativa fortissima e ci da l’opportunità di guardare cose che altrimenti passerebbero inosservate: così hanno sottolineato l’on. Francesco Maria Giro e il Prof. Corrado Calabrò.

L’auspicio è quindi che Tuba Sahaab, ora Ambasciatrice Internazionale della Poesia, venga presto Italia per ottenere anche il nostro riconoscimento e ringraziamento per la sua personale battaglia contro il fondamentalismo.

/